TUTELARE IL TUO MARCHIO IN CINA

TUTELARE IL TUO MARCHIO IN CINA

Entrare in un mercato ampio e in costante crescita come quello cinese rappresenta una grandissima opportunità per le imprese straniere.

Tuttavia, alle opportunità si accompagnano alcuni rischi, tra questi senza dubbio, uno dei principali è collegato ai diritti di proprietà intellettuale riguardanti il proprio brand, i propri prodotti e la loro “design appearance”.

Proteggere i propri diritti di proprietà intellettuale è tra le prime azioni che qualsiasi impresa che si affacci su questo mercato deve inevitabilmente fare. Prima ancora di avere qualsiasi contatto commerciale, ivi compresa la partecipazione a una fiera sul territorio cinese, l’impresa dovrebbe attivarsi per registrare tanto il proprio marchio quanto proteggere con brevetti i propri prodotti, i cataloghi…ecc…

Vediamo nel dettaglio quali sono le modalità di registrazione del proprio marchio in Cina.

  • Marchio internazionale: avendo già un marchio italiano o comunitario, è possibile estendere la tutela del marchio in Cina tramite una domanda depositata presso l’ufficio WIPO di Ginevra, designando la Cina come territorio. L’ufficio cinese dovrà ammettere il marchio come valido dopo una attenta disamina degli aspetti formali e sostanziali della domanda.
  • Marchio cinese: presentazione di una domanda di marchio presso l’ufficio marchi cinese (CTMO). I soggetti non residenti dovranno presentare detta domanda tramite un trademark agent di diritto cinese, il quale si preoccuperà di raccogliere e presentare tutta la documentazione necessaria, che dovrà essere presentata necessariamente in lingua cinese. Anche in questo caso l’uffico marchi procederà ad analizzare gli aspetti formali e sostanziali della domanda.

 

Il sistema cinese presenta delle particolarità:

  • Principio di “first to file”. In caso di controversia, il diritto di proprietà intellettuale è riconosciuto a chi per primo ha depositato la domanda. Il pre-uso infatti non ha alcuna rilevanza in Cina. Per questo motivo è di fondamentale importanza procedere in modo tempestivo al deposito della domanda di marchio appena si è deciso di affrontare il mercato cinese.
  • Richiesta di cancellazione per non uso. Secondo l’art. 49 della Legge marchi cinese, se un marchio registrato non viene usato per almeno tre anni consecutivi senza una ragione motivata, ogni interessato (compresi terzi che intendano registrare un marchio identico o simile a quello in esame) può chiederne la cancellazione di fronte all’Ufficio marchi cinese (CTMO). Il titolare del marchio è tenuto a fornire prove evidenti di uso del marchio una volta che una terza parte ha proposto la cancellazione del marchio. Tuttavia, il titolare del marchio, per prevenire le richieste di cancellazione del proprio marchio, dovrebbe migliorare la gestione del marchio e conservare delle prove d’uso valide.

Per entrare con successo nel vasto mercato cinese, l’impresa deve adottare tempestivamente una strategia per proteggere i propri diritti di proprietà intellettuale, prima fra tutte la registrazione del proprio marchio. Affidarsi a professionisti competenti in materia è un buon modo per non incappare in errori che possono impedire la buona riuscita della registrazione e far perdere tempo e denaro.

Parolin Legal è al Vostro fianco per consigliarvi al meglio nella procedura di deposito e gestione dei Vostri marchi in Cina. Con un investimento minimo potete fare la differenza nel percorso dello sviluppo del Vostro business nel mercato cinese.